Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

I benefici dell’agopuntura in oncologia

ImmagineMEDICINA E AGOPUNTURA

L‘agopuntura è una tecnica dalle antichissime origini, risalenti alla medicina tradizionale cinese. Evidenze scientifiche hanno recentemente dimostrato le potenzialità dell’agopuntura per migliorare alcuni sintomi, specifici nel paziente oncologico. L’ambulatorio medico di agopuntura per pazienti oncologici è gestito da un medico oncologo con specifica formazione nell’ambito dell’agopuntura. Clicca sui link che seguono per approfondire:

IN COSA CONSISTE>>

AMBITI DI INTERVENTO>>

MODALITA’ DI ACCESSO AL SERVIZIO>>

 

IN COSA CONSISTE:

L’ambulatorio di agopuntura nasce con l’intento di affiancarsi alle terapie convenzionali, supportandole e integrandole, per migliorare il controllo dei sintomi. Prima di sottoporsi ad agopuntura l’opportunità e l’adeguatezza del trattamento viene sempre valutata dal Medico Oncologo Agopuntore di LILT Biella insieme al medico Oncologo ospedaliero.

AMBITI DI INTERVENTO:

L’agopuntura è una metodica priva di effetti collaterali rilevanti ed ha lo scopo di aiutare ad alleviare i seguenti disturbi:

a) Vampate di calore e sudorazioni notturne in donne trattate per tumore al seno: è noto che alcune terapie per il cancro al seno possono causare una menopausa precoce e talvolta possono scatenare vampate di calore e sudorazioni notturne cosi’ severe da compromettere la qualità di vita della paziente. L’agopuntura si è dimostrata non inferiore alle terapie farmacologiche nel ridurre le vampate di calore, ma allo stesso tempo priva di effetti collaterali.

b) Dolori e rigidità a livello articolare in donne trattate per il tumore al seno: Questi disturbi possono essere causati da alcune terapie per il cancro al seno e generalmente interessano mani, polsi, ginochia, rachide lombare, anche, spalle, caviglie e piedi. In questi casi l’agopuntura può essere una risorsa utile, anche per limitare l’utilizzo di farmaci analgesici.

c)Nausea e vomito in pazienti sottoposti a chemioterapia: Sebbene il problema della nausea e del vomito da chemioterapia sia generalmente ben controllato dalle terapie farmacologiche attuali, alcune persone particolarmente ansiose possono non avere un controllo ottimale dalle sole terapie antiemetiche standard. In questi casi l’agopuntura può essere una risorsa importante.

d)Dolore neuropatico e alterata sensibilità:Questo tipo di dolore è spesso descritto come un intenso bruciore associato a formicolii e alterata sensibilità; talvolta può essere presente una ridotta mobilità degli arti interessati dal dolore. In questi casi l’agopuntura può essere una risorsa utile, anche per limitare l’utilizzo di farmaci analgesici.

e)Dolore non oncologico:Il paziente oncologico può accusare anche dolori non correlati alla malattia oncologica. Il dolore di origine non oncologica può essere causato da artrosi, da posture errate o da sforzi ripetuti. Si può manifestare a livello muscolo-scheletrico con dolore cervicale o lombare (anche irradiato agli arti), dolore da contratture muscolari distrettuali, dolore a livello articolare; altre manifestazioni possono essere cefalea tensiva, emicrania, nevralgie. Quando l’utilizzo di farmaci antidolorifici può essere controindicato ( ad esempio per grave insufficienza renale o rischio di gravi effetti collaterali) o non è sufficiente per il controllo del dolore, l’agopuntura rappresenta una risposta importante.

 

“Sono una donna di 44 anni. La mia lotta è cominciata un anno e mezzo fa, quando i medici mi hanno diagnosticato un cancro al seno. Inizialmente, in me è caduto lo sconforto totale, la disperazione e il terrore di lasciare da sole le mie figlie e mio marito. Grazie alle terapie effettuate sono attualmente guarita. Tuttavia, le terapie ormonali di precauzione che sto assumendo, come la pastiglia ti tamoxifene, mi causano vampate di calore e sudorazioni notturne, tali da peggiorare significativamente la mia qualità di vita. Sono venuta a conoscenza, grazie ad una mia amica, della possibilità di fare delle sedute di agopuntura presso LILT Biella, pertanto, mi sono convinta a provare. Già dopo circa un mese dall’inizio del trattamento, le vampate di calore si sono ridotte significativamente e il riposo notturno è migliorato. Sono tornata a vivere! Sono felice di aver preso questa scelta perché, settimana dopo settimana, percepisco i miglioramenti fisici e anche psicologici. Il Dott. Marinone è sempre molto disponibile ad ascoltarmi e anche questo mi aiuta!”

“Sono un uomo di 45 anni. Quattro mesi fa mi hanno diagnosticato un tumore al colon. Attualmente sto effettuando una chemioterapia a scopo precauzionale dopo aver asportato il tumore. Il ciclo di chemioterapia a base di fluoro ed oxaliplatino mi causa un lieve ma costante e fastidioso senso di nausea. Tale effetto collaterale non riesce ad essere controllato dai farmaci antiemetici proposti. Pertanto, mi sono rivolto al servizio di agopuntura di LILT Biella e grazie all’agopuntura sono riuscito ad alleviare questo disturbo. Sono felice di aver preso questa scelta e vorrei consigliarlo a chi, come me, soffre di questi disturbi.”

 

“Sono una donna di 50 anni e mi chiamo Annalisa. In passato, purtroppo, ho avuto a che fare con un carcinoma mammario. Non è stato facile affrontare la malattia e tutto ciò che ne comporta ma, dopo le cure effettuate, sono guarita. A distanza di anni, però, mi è comparsa una singola metastasi polmonare. Attualmente, grazie alla terapia ormonale il cancro si è stabilizzato, tuttavia, questa terapia mi causa rigidità e dolore a livello di mani e ginocchia. Sintomi che, ovviamente, compromettono la mia qualità di vita e causano molto fastidio. Questo tipo di cura prevede un periodo totale di 5 anni. Grazie ai trattamenti di agopuntura effettuati presso LILT Biella, sono riuscita ad avere diversi momenti di sollievo, infatti, il dolore e la rigidità alle mani e alle ginocchia si sono ridotti, a tal punto da riuscire a compiere meglio le attività della vita quotidiana, gesti semplici all’apparenza, come abbottonarsi la camicia e salire le scale ma che per me erano diventati difficoltosi. Ora come ora, penso solo a guarire e a cercare di migliorare sempre più i sintomi dovuti alla cura: l’agopuntura mi ha aiutata molto in questo.”