Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Botalla Formaggi

Dei nostri formaggi sappiamo tutto. Botalla Formaggi, dal 1947.
L’azienda. Oggi guidata dai fratelli Andrea, Simona e Stefano Bonino, con il padre Sandro e la madre Maria Teresa, Botalla Formaggi nasce negli anni Quaranta ai piedi delle montagne biellesi. La passione e la dedizione per questo lavoro hanno guidato la famiglia Bonino nel mantenere la tradizione di una professione che cura il formaggio in tutte le sue fasi, dalla creazione alla stagionatura. I prodotti Botalla, dunque, nascono da una scelta casearia mirata alla tipicità ed alla qualità dei formaggi. La permanenza nelle cantine naturali di stagionatura, per un periodo di tempo che va dai 60 ad oltre 180 giorni, permette agli artigiani di Botalla di affinare la linea di prodotti esaltandone naturalmente le caratteristiche.

Un viaggio che inizia ad alta quota. La classe non è acqua. O meglio, non è solo l’acqua particolarmente leggera che sgorga dalle fonti delle montagne biellesi ma è anche il profumo dei pascoli dove vengono allevate le mandrie di vacche biellesi e piemontesi. E’ l’aria vivace di una inaspettata primavera di rododendri e azalee fiorite. E’ il sole che si riflette sul Monte Mucrone. E’ l’abbraccio delle montagne che cinge Biella e insegna che per raggiungere la vetta bisogna camminare un passo dopo l’altro con pazienza, passione e determinazione. Su questi alpeggi la famiglia Bonino è nata. I formaggi Botalla nascono ancora oggi nella quiete di queste montagne, rispettando le regole dettate dalla Natura.

La “famiglia” Botalla. Come in ogni famiglia, c’è chi ha un carattere più dolce e chi più deciso, chi è legato alla tradizione e chi ama sperimentare sempre qualcosa di nuovo. Ognuno, però, è unico e si fa subito riconoscere. E’ ciò che accade nella famiglia di Botalla Formaggi. Ci sono le Tome, eleganti signore dagli aromi intensi e speciali. Ci sono gli Invecchiati, a volte burberi ma dal cuore buonissimo. E i Botallini, i formaggi a portata di mano, piccoli di taglia ma già grandi nel gusto. Ancora, ci sono i Maccagni, morbidi e saporiti; i sapori della Latteria; la freschezza dei formaggi di capra e pecora. C’è l’unicità di Sbirro, l’unico formaggio con la Birra Menabrea, e di ImBufalita, il primo formaggio stagionato realizzato interamente con latte di bufala.