Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Storia

LILT Biella dal 1995 ad oggi: le tappe più importanti della nostra storia

La Sezione Provinciale di Biella è una delle 106 Sezioni Provinciali della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT), Ente Pubblico su base associativa, che si occupa di prevenzione, diagnosi precoce, assistenza, riabilitazione e promozione della salute in ambito oncologico.

Scopri tutte le tappe della nostra storia e i nostri servizi di prevenzione:

 

Nascita LILT Biella1995

Nascita di LILT Biella. Inizio attività dell’Unità di Cure Palliative domiciliari. 

informazione a scuola1996

Inizio campagna di informazione nel mondo della scuola.

 

Cerchi per timeline_3-011997

Realizzazione di una ricerca epidemiologica e sociologica sull’abitudine al fumo tra i giovani.

30 ore per la vita1998

Presentazione del progetto Hospice e partecipazione alla maratona televisiva “30 ore per la Vita”.  

Inaugurazione Hospice2000

Inaugurazione dell’Hospice “L’Orsa Maggiore”.

Prevenzione Tumori per la Pelle2001

Inizio dell’attività Hospice “L’Orsa Maggiore” e attivazione di un programma di prevenzione dei tumori della pelle.

master cure palliative2002

L’Hospice diventa sede di tirocinio del I° Master in Cure Palliative per medici e infermieri e viene realizzato il convegno internazionale: L’Hospice – Cultura nelle culture”.

Consulta Femminile e Master2003

LILT Biella diventa ONLUS e nasce la Consulta Femminile di LILT Biella. Nello stesso anno si realizza il Master Biennale di I° livello in Cure Palliative per medici e infermieri.

Centro Antifumo2004

Attivazione del Centro Antifumo di secondo livello.

Progetto Mercurio2006

Avvio del progetto “Mercurio” per il sostegno all’elaborazione del lutto ai familiari delle persone ricoverate in Hospice.

Ambulatorio Uro-Oncologico2007

Attivazione dell’ambulatorio uro-oncologico per la prevenzione del tumore alla prostata e organizzazione del Congresso Nazionale LILT: “Gli Hospice in Italia: a che punto siamo?”.

Famiglia Insieme2008

Avvio del “Progetto famiglia insieme” per il sostegno genitoriale e il supporto al minore per le famiglie con un malato oncologico.

Centro Formazione Cure Palliative2009

Attivazione del “Centro di formazione in cure palliative” e inizio dell’attività dell’ambulatorio dietologico e dieto-oncologico.

Avvio Progetto Spazio LILT2010

Progetto “Spazio LILT”, Centro Oncologico Multifunzionale per la prevenzione, la diagnosi precoce e la riabilitazione. Apertura Delegazione territoriale LILT con sede a Ronco Biellese.

Inaugurazione Mongrando2011

Inaugurazione della Delegazione territoriale LILT con sede a Mongrando.

Posa della Prima Pietra di SPAZIO LILT2012

Posa della prima pietra di Spazio LILT e attivazione dello Sportello Informativo Oncologico.

Ambulatorio Medico di Agopuntura per Pazienti Oncologici2013

Promozione di servizi ambulatoriali prevenzione del diabete in collaborazione con FAND.

Ultimi lavori per la realizzazione di SPAZIO LILT2014

Ultimi lavori a Spazio LILT.

SPAZIO LILT2015

Termine Lavori di Spazio LILT. 

 

SPAZIO LILT2016

Apertura SPAZIO LILT: a partire da luglio 2016 sono stati attivati i servizi ambulatoriali del nuovo Centro Oncologico Multifunzionale Biellese.

 

SPAZIO LILT, la Parola al Presidente Dr. Mauro Valentini

valentini-passaparola

“L’idea di questa struttura ci è venuta tanti anni fa dopo la crisi del 2008 di cui portiamo ancora le conseguenze. È stata pensata e realizzata per essere un punto di riferimento al di fuori dei luoghi di cura per gli acuti, un luogo dove preparare a corretti stili di vita, dove rispondere al bisogno di una sempre più necessaria prevenzione secondaria, visto l’invecchiamento della popolazione e il conseguente incremento dell’incidenza del cancro, dove contribuire alla prevenzione delle recidive e al recupero di una qualità di vita il più possibile vicina a quella precedente alla malattia e, in questo modo, contribuire alla salute delle persone unitamente a quella del bilancio della sanità.

Per realizzare una struttura di questa portata abbiamo avuto la fortuna di avere tantissimi compagni di viaggio, che ci hanno incoraggiato, sostenuto e finanziato con diverse modalità. La Fondazione Famiglia Caraccio che ha da subito creduto in noi, Giuseppina Rizzo e Ada Barberis con due ingentissimi lasciti testamentari, la LILT Nazionale, il Lanificio Successori Reda, i Lions Biellesi, la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Valter Cametti, le tante aziende che sono entrate a far parte del Corporate, i tanti Comuni che ci hanno sostenuto, ma soprattutto la miriade di privati cittadini che, in questi anni sono arrivati a raccogliere un milione di euro.

Il nostro metterci a disposizione, il nostro piccolo contributo, il nostro mattoncino per costruire una sanità sempre più vicina ai bisogni delle persone vogliamo sia sinergica alla mission della ASL BI, della Rete Oncologica del Piemonte e della Valle D’Aosta. Con l’aiuto di tutti quelli che ci hanno aiutato e che ci aiuteranno in futuro ce la possiamo fare”.