Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Ott 29, 2015 in News | 0 comments

Corso di Formazione Colorare il futuro: scopri come è andata

Corso di Formazione Colorare il futuro: scopri come è andata

Colorare il futuro: tra i temi trattati, l’importanza della comunicazione legata alle problematiche del fine vita

Si è svolto giovedì 1 e venerdì 2 ottobre 2015, nella sala Conferenze di LILT Biella il Corso di Formazione Colorare il futuro, dedicato ai medici che si occupano di malati con patologie croniche in fase avanzata e con limitata aspettativa di vita con l’utilizzo, per la prima volta in Italia, delle Linee Guida pubblicate sul Medical Journal of Australia e tradotte in Italiano.  continua a leggere >>

Se non l’hai ancora fatto, iscriviti alla nostra newsletter elettronica per scoprire in anticipo tutti i nostri eventi ed essere sempre informato:

[myd_mod_news campi=”nome,cognome” obbligatori=”nome,cognome” form_id=”9″]

 

Per la prima volta, LILT Biella ha ospitato il Corso di Formazione “Colorare il Futuro”, patrocinato da Federazione Cure Palliative Onlus e Società Italiana di Cure Palliative SICP e riconosciuto nel percorso di formazione continua previsto dal Ministero della Salute (ECM). Per due giorni consecutivi, i 20 medici iscritti hanno avuto l’occasione di discutere e trattare diversi temi tra cui:

  • Essere in grado di elencare e spiegare i passaggi utili per una comunicazione della prognosi;
  • Discutere l’importanza di una adeguata comunicazione relativa alla prognosi e alle problematiche del fine vita;
  • Descrivere un approccio per affrontare le domande più frequenti relative alla aspettativa di vita da parte dei malati e dai loro famigliari;
  • Descrivere un approccio per affrontare una discussione sulla pianificazione anticipata delle cure;
  • Descrivere le questioni da prendere in considerazione quando si parla di complicazioni rare o eccezionali, o casi complicati (agitazione grave, sanguinamento massivo, sindrome mediastinica)

 

Grazie ad un team di docenti d’eccezione, composto dalla D.ssa Anna Cotugno -psicoterapeuta a Roma, docente all’Università Sapienza, autrice di scritti sul tema della cura, dal Dr. Carlo Peruselli – medico palliativista, direttore scientifico dell’Hospice l’Orsa Maggiore di Biella, Presidente della Società Italiana di Cure Palliative SICP e dalla D.ssa Cesarina Prandi – Docente, ricercatrice alla Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana, formatrice in Cure Palliative si è fatto uso di “scenari simulati” e i partecipanti sono stati coinvolti reciprocamente nel ruolo di attore e di osservatore.

I canovacci su cui si è lavorato sono stati tre e avevano come focus: l’anziano assistito da una figlia; un malato di Sla che non voleva la tracheostomia e sua moglie; e un malato di cancro a cui comunicare una prognosi gravissima.

Infine, sono state presentate nel dettaglio le Linee Guida pubblicate sul Medical Journal of Australia e tradotte in Italiano, al seguente indirizzo www.maruzza.org/iniziative/pubblicazioni/mja-the-medical-journal-of-australia/

Ti piace questo articolo?

Dillo a un amico!

Aiutaci a diffondere il valore della prevenzione,
basta un click:

DILLO-A-UN-AMICO-251X78

 

Sostieni la Prevenzione Oncologica

per un futuro libero dal Cancro:




 

Post a Reply