Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

La distribuzione dei locali e le aree di intervento

Ecco come si articolerà l’edificio nella sua disposizione interna:

PIANO TERRA


Come si nota dalle planimetrie l’accesso alla struttura avverrà in quello che è il “cuore centrale” della forma ad H dell’edificio. La parete dell’ingresso che si affaccia sul giardino antistante ed il vialetto, avrà ampie vetrate e, immediatamente di fronte, quale primo impatto visivo per chi entra, ci sarà un enorme pannello che richiamerà con l’immagine di un cielo stellato, illuminato da led luminosi, le persone che hanno fatto una donazione (per dettagli si veda oltre nella pagina dedicata a come sarà il pannello).
Nell’ala destra saranno posizionati i vari ambulatori di prevenzione primaria (ad es. il centro antifumo, l’ambulatorio di dietologia ecc.) e per la prevenzione secondaria, cioè la diagnosi precoce (ad es. dermatologia, urologia ecc.); un’altra zona potrà essere destinata all’abitazione del custode, anche se attualmente si sta pensando ad altre possibilità.
Nell’ala sinistra ci saranno ampi spazi per la comunicazione: si tratta di un’ampia sala per la formazione, sale per i volontari, per le riunioni, gli archivi ecc.

PIANO PRIMO


Il primo piano è quello destinato alla riabilitazione.
Nell’ala destra ci saranno ampi spazi per la palestra, per i trattamenti individuali e quelli di gruppo.
Adiacenti a questi locali saranno posizionati gli ambulatori per le singole specialità.
Nell’ala sinistra ci sarà la nuova sede della LILT con i locali amministrativi, gli uffici, la sala riunioni per il consiglio e il personale ecc.
Alcune zone sono ancora in via di definizione, infatti, sono molte le opportunità che ancora si possono dare alla nostra gente e vanno sfruttate al meglio.

Torna all’indice Passaparola.