• vivila tutta

La Federazione Cure Palliative e la sua iniziativa per la tutela al diritto alle cure palliative

La Federazione Cure Palliative in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano presenta l’incontro “Vivila tutta, la tua vita, anche nella malattia: oggi le cure palliative sono un diritto.”

Un invito a non arrendersi alla sofferenza

6-widget-214x147_cure-palliativeLa Federazione Cure Palliative lancia una campagna Nazionale per informare sul diritto di tutti i malati inguaribili a ricevere cure specifiche – “Vivila Tutta”, il diritto alle cure palliative. C’è un messaggio positivo alla base della campagna informativa, firmata dall’agenzia McCann, che la Federazione Cure Palliative presenterà venerdì 11 novembre alle ore 10 in un incontro all’Università Statale di Milano, via Festa del Perdono 7. È un invito a non arrendersi alla sofferenza inutile prendendo coscienza del diritto, di cui sono titolari i malati inguaribili, a ricevere cure specifiche in grado di tutelare la qualità della vita, anche nella malattia.

Tante personalità di spicco 

Saranno presenti esponenti del mondo scientifico, accademico e politico come l’Assessore al welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera e Sara Valmaggi, vice Presidente del Consiglio Regionale.  Sarà l’occasione per fare il punto sullo sviluppo delle Cure Palliative in Lombardia e sulla necessaria evoluzione dei modelli organizzativi. Chiuderà l’incontro Monsignor Nunzio Galantino, Segretario della CEI con un intervento sull’etica del limite. L’Italia ha il record europeo della popolazione ultraottantenne, ma cittadini sempre più anziani sono inevitabilmente portatori di patologie croniche che gradualmente evolvono verso la terminalità, producendo esclusione sociale, fragilità, dolore e altri sintomi invalidanti. Diventa pertanto sempre più rilevante quella presa in carico globale e specifica che è competenza degli Hospice e delle équipe di Cure Palliative Domiciliari.

C’è ancora troppa confusione. Sono in molti a pensare che le Cure Palliative siano inutili o poco efficaci. La campagna di FCP cerca di chiarire, invece, che esse coniugano terapie finalizzate al controllo dei sintomi con il necessario supporto psicologico e relazionale. Non solo per i malati terminali né solo per i pazienti con tumore” Luca Moroni, presidente della Federazione e Cure Palliative

Diritto alle cure palliative

Purtroppo il diritto alle Cure Palliative, sancito dalla legge 38/2010 resta ancora un’aspettativa delusa in Italia per la maggior parte dei malati inguaribili: accedono ai servizi il 30% delle persone affette da tumore mentre restano quasi esclusi i malati con patologie differenti e i pazienti pediatrici. Preoccupa in particolare vedere crescere il divario tra regioni quasi prive di Hospice e altre che mirano ormai a sviluppare Reti integrate capaci di assicurare al malato un costante accompagnamento nel percorso di malattia e di cura. L’immagine pubblicitaria verrà veicolata tramite manifesti e volantini, uno spot radio e video. “Il messaggio è volutamente ottimista -continua Moroni- perché sappiamo che consentire ai malati inguaribili di vivere con dignità il tempo di vita che resta a disposizione è possibile, giusto e doveroso, in ogni territorio del nostro paese”. 

La cure palliative di LILT Biella

LILT Biella è stata la prima a portare le cure palliative nel Biellese con un Servizio Domiciliare. Nel 2001 LILT Biella ha integrato il servizio domiciliare realizzando un Hospice e, sempre in quell’anno, è entrata a far parte della Rete di Cure Palliative dell’ASL BI.

Le Cure Palliative Domiciliari di LILT di Biella vengono prestate direttamente a casa del malato oncologico in fase avanzata ed hanno un duplice scopo: fornire assistenza medico-infermieristica alla persona malata di tumore e dare un supporto psicologico al malato ed alle persone che gli stanno accanto (caregivers).

Le Cure Palliative in Hospice sono prestate in un ambiente che ha il valore aggiunto di un’assistenza professionale specializzata costante (24 ore su 24).

Vero o Falso?

  • Le Cure Palliative sono un diritto: VERO. Oggi l’accesso gratuito alle Cure Palliative è garantito dalla legge 38/2010. La Federazione Cure Palliative è portavoce di 80 organizzazioni in tutta Italia impegnate a preservare la qualità della vita dei malati e delle loro famiglie offrendo sollievo dal dolore, controllo dei sintomi invalidanti e supporto psicologico.
  • Le Cure Palliative sono un placebo e non servono a niente: FALSO. L’obiettivo delle Cure Palliative quando una persona è colpita da una malattia avanzata e irreversibile non è quello di guarirla ma di permetterle di vivere il tempo che resta nel miglior modo possibile.
  • Si possono ricevere le Cure Palliative a casa: VERO. Un paziente può riceverle nella propria abitazione, in Hospice, in ospedale o in una struttura di lungodegenza.
  • Le Cure Palliative sono esclusivamente per le persone affette da tumore : FALSO. Dal momento della diagnosi di inguaribilità, le persone malate hanno il diritto di fruire delle Cure Palliative qualunque sia la loro malattia.
  • Le Cure Palliative sono destinate esclusivamente alle persone che stanno per morire: FALSO. Le Cure Palliative possono essere attivate tempestivamente quando si presentano sintomi di difficile gestione o dolore anche in concomitanza con le cure specifiche della patologia.

FEDERAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS Tel. 02 62694659 – info@fedcp.orp – www.fedp.org

2018-05-06T12:25:44+00:00 11 novembre 2016|Categorie: News|