Giornata Mondiale dell’Attività Fisica, l’elisir di lunga vita

//Giornata Mondiale dell’Attività Fisica, l’elisir di lunga vita

Il 6 aprile è la Giornata Mondiale dell’attività Fisica. Scopri i consigli di Giuliano Scrivano, Chinesiologo della palestra per l’Esercizio Fisico Adattato di Spazio LILT, su come mantenersi giovani attraverso l’esercizio fisico

Vita attiva. Elisir di lunga vita. E’ questo lo slogan che quest’anno accompagna la Giornata Mondiale dell’Attività Fisica, una giornata che promuove il movimento come fattore protettivo per la salute e mezzo per una vita lunga e in salute.
Nel 2002, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) scelse l’attività fisica come tema per la Giornata Mondiale per la Salute e invitò gli Stati membri a dedicare annualmente una giornata alla promozione dell’attività fisica – Move for Health – in quanto fattore protettivo per la salute.
L’OMS ha, così, sposato una precedente iniziativa promossa dall’Organizzazione brasiliana Agita Sao Paulo e ha affidato alla nascente Rete Agita Mundo la celebrazione della Giornata mondiale dell’attività fisica, che si svolge il 6 aprile di ogni anno.
Quali le principali raccomandazioni?
I livelli di attività fisica raccomandati dall’OMS sono differenti in base all’età:
dai 5 ai 17 anni: 60 minuti al giorno di attività aerobica moderata; 2-3 volte a settimana includere nei 60 minuti anche esercizi per migliorare la forza muscolare e l’elasticità
dai 18 ai 64 anni: 150 minuti settimanali di attività fisica moderata o 75 minuti di attività fisica vigorosa; esercizi per rafforzare i gruppi muscolari maggiori almeno 2 volte a settimana. L’attività aerobica può essere svolta anche in brevi sessioni di almeno 10 minuti consecutivi
oltre i 64 anni: per prevenire le cadute, aggiungere esercizi per l’equilibrio da svolgere almeno tre volte a settimana a quanto indicato dai 18 ai 64 anni.

LILT Biella - I livelli di attività fisica dell'OMS

LILT Biella – I livelli di attività fisica dell’OMS

Ovviamente la sedentarietà va ridotta al minimo e vengono incentivati l’utilizzo delle scale, andare a fare la spesa a piedi e posteggiare la macchina lontano da casa o dal lavoro per muoversi un po’.
Svolgere attività fisica moderata significa fare uno sforzo tale per cui mentre si sta facendo l’attività si riesce ancora a parlare ma non a cantare – afferma Giuliano Scrivano, Chinesiologo della palestra per l’Esercizio fisico Adattato di Spazio LILT. Attività moderate sono, per esempio, camminare a passo veloce, pedalare a bassa velocità, fare giardinaggio.
Svolgere attività fisica vigorosa significa, invece, fare uno sforzo tale per cui mentre si sta facendo l’attività non si riesce più a parlare e si sente un forte fiatone. Attività vigorose sono per esempio correre, pedalare ad alta velocità, giocare il doppio a tennis, sollevare oggetti pesanti.”
LILT Biella punta molto sul movimento come pure su un insieme di stili di vita salutari, afferma Mauro Valentini, Presidente di LILT Biella. La prevenzione è ancor oggi l’arma migliore per combattere il cancro e per prevenire molte malattie croniche che, con l’aumentare dell’età, incidono in modo significativo sull’insorgenza di disabilità e sulla qualità della vita. L’attenzione di LILT Biella alla prevenzione è sempre stata a 360 gradi e, grazie alle potenzialità del Centro oncologico Spazio LILT, stiamo incentivando le aree deputate a movimento e attività fisica, sia come prevenzione sia come riabilitazione.

Vuoi avere maggiori informazioni sul servizio di Esercizio Fisico Adattato? Clicca qui

Vuoi prenotare una visita?

Inserisci i tuoi dati
Scegli la visita


 

2019-04-29T14:25:33+00:00 4 aprile 2019|Categorie: News|