Spazio LILT, Centro Oncologico Multifunzionale di Biella: 6.000 mq pensati per le persone

//Spazio LILT, Centro Oncologico Multifunzionale di Biella: 6.000 mq pensati per le persone
  • Inaugurazione di Spazio Lilt

Spazio Lilt: uno spazio per la vita

Biella, 10 dicembre 2016 – 6.000 mq con ampie zone verdi, 2.784 mq di superficie complessiva, 412 mq dedicati all’area poliambulatoriale al pian terreno e altrettanti destinati all’area della riabilitazione oncologica e dell’Esercizio Fisico Adattato al primo piano. Sono questi i numeri che caratterizzano Spazio LILT, il nuovo Centro Oncologico Multifunzionale per la prevenzione, la diagnosi precoce e la riabilitazione di Biella.

Un progetto totalmente dedicato alla salute delle persone

Un ambizioso progetto quello della Sezione Provinciale di Biella della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT Biella), fortemente sostenuto anche da LILT – Lega Italiana Lotta per la Lotta contro i Tumori Nazionale, inaugurato oggi alla presenza delle più alte cariche istituzionali tra cui il Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, dell’Assessore alla Sanità della Regione Piemonte Antonio Saitta, del Presidente della LILT Nazionale Francesco Schittulli, dei Presidenti delle Sezioni Provinciali LILT, del Sindaco di Biella Marco Cavicchioli e del Vescovo di Biella S.E Gabriele Mana.

Guarda il Video dell’inaugurazione e quello dedicato a SPAZIO LILT *Media Credits: Nicolò Caneparo, Nickland Caneparo.

 

Spazio Lilt: ecco com’è organizzato il nuovo centro

Il Nuovo Centro accoglie:

  • Al pian terreno, ambulatori di prevenzione e diagnosi precoce: ambulatorio dietologico e dieto-oncologico, centro antifumo di II livello, informazione sanitaria, ambulatorio dermatologico, senologico, urologico, otorinolaringoiatrico e stomatologico, colonproctologico.
  • Al primo piano, un’area dedicata alla riabilitazione oncologica: ambulatorio fisiatrico, riabilitazione respiratoria, riabilitazione pavimento pelvico, ambulatorio di psiconcologia, palestra e trattamenti individuali, Esercizio Fisico Adattato.

Spazio Lilt: una “casa aperta”, un vero e proprio punto di riferimento per il cittadini

Una “casa aperta” per Biella, lo Spazio LILT costituisce un landmark per l’intera città di Biella. La sua architettura moderna ed “aperta” lo rende  facilmente accessibile da parte della cittadinanza ed un punto di riferimento per l’intera comunità. Oltre agli ambulatori e all’area della riabilitazione, il Centro ospita gli uffici LILT, una sala convegni, una sala dedicata ai volontari e spazi per due associazioni che operano sul territorio. La facilità di accesso, l’immediatezza di orientamento, la qualità dei servizi offerti, contribuiscono alla percezione di accoglienza ed efficienza che caratterizzano LILT – un luogo dove prevenzione e cura convivono come due aspetti della stessa realtà umana.

Un legame tra luogo, salute e ambiente

Un luogo in cui il legame tra salute ed ambiente è espresso pienamente nel rapporto tra un’architettura luminosa ed efficiente e lo spazio verde in cui è immersa. La nuova sede è energeticamente efficiente e realizzata con materiali a basso impatto ambientale, ecologici e riciclabili. Il raggiungimento di questi obiettivi è stato possibile grazie all’integrazione e alla joint-venture con la ASL di Biella, con la Rete Oncologica di Piemonte e Valle d’Aosta e con l’Università del Piemonte Orientale. Questa comunione di intenti, questa sinergia tra pubblico e privato sociale,  è una strada nuova che consentirà, grazie all’incremento della prevenzione, un risparmio per la sanità piemontese e anche nazionale come è nelle intenzioni della LILT.

“L’idea di questa struttura ci è venuta tanti anni fa dopo la crisi del 2008 di cui portiamo ancora le conseguenze. È stata pensata e realizzata per essere un punto di riferimento al di fuori dei luoghi di cura per gli acuti, un luogo dove preparare a corretti stili di vita, dove rispondere al bisogno di una sempre più necessaria prevenzione secondaria, visto l’invecchiamento della popolazione e il conseguente incremento dell’incidenza del cancro, dove contribuire alla prevenzione delle recidive e al recupero di una qualità di vita il più possibile vicina a quella precedente alla malattia e, in questo modo, contribuire alla salute delle persone unitamente a quella del bilancio della sanità. Per realizzare una struttura di questa portata abbiamo avuto la fortuna di avere tantissimi compagni di viaggio, che ci hanno incoraggiato, sostenuto e finanziato con diverse modalità. La Fondazione Famiglia Caraccio che ha da subito creduto in noi, Giuseppina Rizzo e Ada Barberis con due ingentissimi lasciti testamentari, la LILT Nazionale, il Lanificio Successori Reda, i Lions Biellesi, la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Valter Cametti, le tante aziende che sono entrate a far parte del Corporate, i tanti Comuni che ci hanno sostenuto, ma soprattutto la miriade di privati cittadini che, in questi anni sono arrivati a raccogliere un milione di euro. Il nostro metterci a disposizione, il nostro piccolo contributo, il nostro mattoncino per costruire una sanità sempre  più vicina ai bisogni delle persone vogliamo sia sinergica alla mission della ASL BI, della Rete Oncologica del Piemonte e della Valle D’Aosta. Con l’aiuto di tutti quelli che ci hanno aiutato e che ci aiuteranno in futuro ce la possiamo fare”. Mauro Valentini – Presidente di LILT Biella e membro del Consiglio Direttivo della LILT

schittulli-discorso-inaugurale

Presidente Nazionale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, Prof. Schittulli

“Sono particolarmente lieto di presenziare quest’oggi ad una rilevante inaugurazione che coinvolge l’intera famiglia LILT – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. In qualità di Presidente Nazionale mi complimento con quanto realizzato dalla LILT di Biella. È un progetto che ha registrato la significativa, attiva e diretta partecipazione della sede centrale LILT, per un qualificato presidio socio-sanitario in cui poter quotidianamente prendersi cura della persona. È questa la priorità che da sempre muove volontari e operatori sanitari LILT: la vittoria sul cancro attraverso la prevenzione, la diagnosi precoce e la riabilitazione. Il occasione del prossimo e vicino consiglio nazionale, fissato in data 22 dicembre, ho intenzione di portare il progetto Spazio LILT per fare in modo che diventi un punto di riferimento nell’ambito dell’ European Cancer League ECL. Voglio concludere, approfittando della presenza di Sua Eccellenza il Vescovo Gabriele Mana, ricordando le parole del Cardinale Martini di Milano, colpito da una malattia severa che scrisse testualmente queste parole: Io non penso alla Sanità come una azienda né alla salute come ad un prodotto soggetto alle leggi economiche di mercato, né penso al malato come  ad un cliente – mi permetto di aggiungere che la sofferenza rappresenta l’anello debole di ogni persona, per quanto essa possa essere ricca o potente”. Prof. Francesco Schittulli – Presidente LILT Nazionale

saitta-discorso-inaugurale

Assessore alla Sanità della Regione Piemonte, Antonio Saitta

“Il Piemonte per quanto riguarda l’oncologia ha un ruolo molto importante, in modo particolare per ciò che concerne la rete oncologica. Abbiamo fatto un lavoro molto inteso per mettere al centro il paziente, prima di ogni cosa. Molte regioni sono intenzionate a seguire il nostro modello. Ho avuto modo di visitare Spazio LILT qualche settimana fa: è straordinario, efficacissimo, ma soprattutto è da sottolineare l’approccio complessivo per il paziente che unisce professionalità e accoglienza. Ringrazio la LILT per questa struttura che esprime la volontà di una intera comunità.” Antonio Saitta – Assessore alla Sanità della Regione Piemonte

chiamparino-discorso-inaugurale

Presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino

“Spazio LILT è l’altro pezzo dell’offerta sanitaria del Biellese insieme all’Ospedale di Biella che si è completamente riqualificata e che certamente ha potenzialità che vanno al di là della domanda  di salute locale.” La giornata si è conclusa alle ore 18.00, infatti, come da programma,  LILT Biella ha aperto le porte a tutta la popolazione e ai donatori che in questi quattro anni hanno creduto fortemente nel progetto, aspettando con fiducia di vederlo realizzato e attivo. Tantissima l’affluenza da parte delle persone che, guidate dallo staff, dal Presidente Mauro Valentini e dalla Vice Presidente Daniela Alberici Mancini hanno conosciuto meglio la struttura in tutte le sue aree, compresi gli uffici del Fand e dell’Ipasvi di Biella. Grazie alla presenza fondamentale e volontaria dei medici e di tutti i professionisti dell’Associazione, le persone hanno potuto rivolgere domande dirette per avere informazioni dettagliate sui diversi servizi di prevenzione e diagnosi precoce offerti. – Sergio Chiamparino – Presidente della Regione Piemonte

 

A rendere speciale la giornata anche tre aziende Biellesi: NumberOne, Serralunga srl

Massimo Ariatta di Number One – Servizi Tecnici per Lo Spettacolo è stato partner ufficiale per l’inaugurazione del Centro  per quanto riguarda il supporto tecnico multimedial – strutturale. E’ altresi’ orgoglioso di entrare a far parte cosi’ del Corporate Donor di LILT Biella.

Serralunga srl per aver reso ancora più bello il giardino di LILT Biella con alcune dei suoi splendidi arrendamenti da esterno; a tal proposito, Marco Serralunga, A.D. dell’azienda, ci spiega il perchè della propria vicinanza alla nostra realtà e quindi della scelta di entrare in questo modo a far parte del Corporate Donor di LILT Biella: “L’Azienda Serralunga 1825 partecipa con entusiasmo al valido progetto dell’Associazione LILT. Serralunga è tra le più antiche aziende presenti nel Biellese e si è trasformata seguendo l’evoluzione dei tempi e realizzando collezioni di design per l’arredo. Nell’affiancare la sezione provinciale della Lilt, nella preziosa battaglia che sta affrontando, ci auguriamo di poter contribuire a valorizzare l’impegno comune a favore del territorio.”

Life Café: il bar al primo piano di Sazio Lilt

Durante la giornata è stato ufficialmente inaugurato al primo piano della struttura il Life Cafè, gestito dalla Famiglia Ramella. Un bar aperto a chiunque, non solo a chi effettua visite nel Centro, pensato per prendersi una pausa e gustare antipasti, primi, secondi e dolci in salute in un ambiente luminoso e piacevole.

“Spazio LILT è un edificio su due piani con un nucleo centrale di distribuzione attorno il quale si articolano due corpi edilizi giustapposti  ad andamento curvilineo. Esso non è solo il contenitore delle attività LILT ma ne é anche il suo specchio rappresentandone l’immagine ed i valori. L’edificio si caratterizza per gli schermi di facciata filtranti in cotto smaltato in rosso e bianco: i colori della LILT.  Gli schermi proteggono l’edificio dall’irraggiamento solare e danno privacy agli ambulatori. La scelta del cotto smaltato è dettata sia da considerazioni legate alla durabilità e alla auto-pulibilità delle superfici, sia al valore emozionale di questi materiali sull’architettura in cui la luminosità e la brillantezza delle superfici ben si intona con l’atmosfera luminosa, positiva, pulita e ottimista che ispira l’intero edificio. La pianta aperta e la forma curva delle facciate amplificano il dinamismo dell’edificio e che lo caratterizzano in maniera originale.” – Descrizione di Spazio LILT a cura dell’Architetto Ottavio Di Blasi

2018-05-05T14:32:48+00:00 15 dicembre 2016|Categorie: News|Argomenti: |