Prevenzione e ambiente: doppio appuntamento a Spazio LILT con i bambini e i ragazzi coinvolti nei progetti scolastici promossi da LILT Biella.

Si sono conclusi in questi giorni i progetti di LILT Biella svolti durante l’anno scolastico che hanno visto più di 1.100 alunni e studenti coinvolti su tematiche di prevenzione e ambiente.
Lunedì 3 e mercoledì 5 giugno insieme agli insegnanti, i partecipanti ai progetti “Sostenibilità Ambientale e Prevenzione Oncologica” e “Coltiva il gusto con le Life Skills” e “Mangia, corri, impara!” si sono trovati a Spazio LILT per fare il bilancio del percorso fatto e per assistere alla premiazione dei progetti vincitori.

Sostenibilità ambientale e prevenzione oncologica

“Sostenibilità ambientale e prevenzione oncologica” è un progetto pilota a cui hanno partecipato per l’anno scolastico 2023-24 le classi 2D e 2E della Scuola Media Marconi, le classi 2F e 2G della Scuola Media Salvemini e le classi 2A e 2B della Scuola Media di Valdengo, per un totale di 120 studenti.
Il progetto, che individua un filo conduttore tra prevenzione e ambiente, aveva come obiettivo sia un incremento delle conoscenze sul tema della sostenibilità ambientale, sia la promozione di cambiamenti nel comportamento individuale.

Il lavoro sviluppato durante l’anno scolastico ha coniugato i concetti di prevenzione e ambiente. Il discorso è partito dalla conoscenza della storia della sostenibilità ambientale e degli obiettivi dell’Agenda 2030 passando per le tematiche tradizionalmente vicine alla mission di LILT (importanza della sana e corretta alimentazione, del movimento e dell’attività fisica), la promozione dell’alimentazione, della mobilità sostenibile e dell’adozione di nuove abitudini individuali (ad esempio modi per ridurre le emissioni CO2 e lo spreco di acqua). Fino all’introduzione del concetto delle “6 R” ovvero riduzione dei consumi, riciclo, riuso, recupero, riparazione, raccolta differenziata.

Il progetto si è articolato attraverso alcune attività in classe con la Dott.ssa Antonella Fornaro – Psicologa di LILT Biella e responsabile dei progetti nelle scuole – supportata dal contributo dei docenti, e dalla realizzazione di un elaborato per promuovere e sensibilizzare alla tutela dell’ambiente che concorreva al premio finale, ovvero un buono del valore di 150,00 euro da spendere presso un negozio di articoli sportivi.

Particolarmente interessante è stata la fase dei questionari a cui si sono sottoposti gli studenti prima degli interventi svolti a scuola dalla psicologa e a distanza di 4 mesi dall’ultimo intervento. Dai risultati emerge – come sottolinea la Dott.ssa Fornaro – che tantissimi degli obiettivi che ci eravamo prefissati sono stati raggiunti, sia a livello di conoscenze che di comportamento: è aumentata la consapevolezza rispetto al tema della sostenibilità ambientale, agli obiettivi dell’Agenda 20230 e della propria responsabilità individuale. Rispetto ai temi legati alla salute e alla prevenzione, i ragazzi hanno dichiarato di aver aumentato il consumo di frutta e verdura e di pesce e di aver ridotto quello di dolci, di aver introdotto lo “spuntino” a metà mattinata come abitudine quotidiana e di essersi impegnati ad aumentare la frequenza di attività sportiva”.

Il concorso finale relativo al progetto è stato vinto da Emma F. – della Scuola Media di Valdengo con la canzone “Pianeta B” premiata a Spazio LILT lunedì 3 giugno. Questa la motivazione del premio assegnato: “Attraverso l’uso delle caratteristiche proprie dei testi della musica rap, composti di rime, assonanze, metafore e figure retoriche cantate e parlate, Emma è riuscita a toccare con anima e cuore i punti fondamentali relativi ai cambiamenti ambientali e climatici derivanti dall’azione dell’uomo e a trasmettere con emozione e coinvolgimento un messaggio che sprona all’impegno di ciascuno per la tutela del pianeta.

Tutti gli elaborati prodotti dagli studenti durante il progetto “Sostenibilità ambientale e prevenzione oncologica” rimarranno esposti a Spazio LILT fino al 14 giugno.

“Coltiva il gusto con le Life Skills” e “Mangia, corri, impara!”

Il progetto “Coltiva il Gusto con le Life Skills” unito al concorso “Mangia, corri, impara!”, si rivolge agli alunni della Scuola dell’Infanzia e Primaria.
L’obiettivo è quello di fornire agli insegnanti competenze utili sia allo sviluppo e alla promozione delle Life Skills in generale, sia, nello specifico, al fine di promuovere la sana e corretta alimentazione e un’adeguata attività fisica.
Il progetto prevede il fondamentale contributo delle famiglie e coinvolge genitori e nonni nella raccolta di detti popolari o di antiche ricette.

Nel pomeriggio di mercoledì 5 giugno tutte le classi partecipanti si sono trovate a Spazio LILT per il tradizionale “Merenda Party”.
In questa occasione sono stati premiati i progetti vincitori: il 1° premio è andato alla Scuola dell’Infanzia Spolina di Cossato che ha utilizzato la piramide alimentare come fulcro educativo per trasmettere in modo eccellente il valore di una alimentazione sana ed equilibrata. I bambini sono stati guidati in modo tale da cogliere pienamente il significato e il valore di una vita sana e il senso di responsabilità individuale a partire dal carrello della spesa. Speciale il prodotto finale consistente nella costruzione di una piramide alimentare fatta con cassette per la frutta ed alimenti di cartapesta scelti, realizzati e inseriti adeguatamente da parte dei bambini.

I bimbi delle sezioni A, B, E della Scuola dell’Infanzia di Cossato Centro si sono aggiudicati invece il 2° premio con la seguente motivazione: “Le attività svolte durante l’anno sono state molto numerose, particolarmente accoglienti e accurate, nonché attente a mantenere la giocosità e la creatività. Interessante e speciale anche l’inserimento della Lingua Italiana dei Segni e della comunicazione aumentativa per la promozione dell’inclusione all’interno del progetto LILT”.

Le parole della Presidente di LILT Biella, Rita Levis

“Il mio ringraziamento va soprattutto agli insegnanti che ogni anno riconoscono nell’offerta proposta da LILT Biella, grazie al lavoro della Dott.ssa Fornaro, il valore di un’educazione orientata alla prevenzione.
Tutti noi ci stiamo amaramente rendendo conto che ciò che è stato fatto in passato, sia per quanto riguarda la salute che l’ambiente, non è sufficiente. Verso questi bambini e ragazzi abbiamo una grande responsabilità perché loro saranno gli adulti del futuro e quelli che davvero potranno mettere in atto, con i loro comportamenti, un vero cambiamento.